header
Home Email Stampa
la citta
il comune
bullet LA SCHEDA
bullet IL DONO DELLA VITA
bullet COMUNITA' PARROCHIALE
bullet AVIS
bullet PROLOCO
bullet UNIVERSITÀ 3.A ETÀ
bullet GALLERY
bullet COME RAGGIUNGERCI
bullet ELENCO TELEFONICO
il comune
il comune
il comune
bullet AMMINISTRAZIONE
bullet ATTI DI GOVERNO
bullet BANDI
bullet ALBO PRETORIO
bullet AVVISI
bullet STEMMA
bullet SETTORI
bullet MODULISTICA
il comune
aree tematiche
il comune
bullet CULTURA
bullet POLITICHE SOCIALI
bullet SPORT
bullet SERVIZIO CIVILE
bullet PSA
Varie
il comune
il comune
bullet UTILITY
bullet SVAGO
bullet ELEZIONI
bullet VARIE
il comune


 
 
 






  Posta Elettronica Certificata



Ammiistrazione Trasparente



Albo Pretorio online

Pubblicazioni Matrimonio



Bandi di Gara



Servizi al Cittadino



Delibere CC e GC



Calcola la tua IMU ONLINE



DISTRETTO SOCIO SANITARIO 3


Menu Veloce



Home | Contatti | Archivio Pubblicazioni | Indietro Cerca:
 


News del 24-05-2010

L'On. le Giovanni Nucera sul porto di Gioia Tauro - Indispensabile Tavolo Istituzionale
E' quanto afferma l'On. le giovanni Nucera, consigliere regionale, in comunicato stampa che qui di seguito riportiamo:

L’annuncio della Maersk, leader mondiale nel settore della movimentazione container, che a Gioia Tauro copre più del 30 % del traffico dell’area portuale, di voler adottare una politica di contenimento attraverso il depotenziamento del proprio ufficio operativo presso il Porto, costituirebbe la fase propedeutica di una strategia aziendale tendente ad abbandonare progressivamente Gioia Tauro e puntare decisamente su altri scali.

Un segnale inquietante che impone l’esigenza di agire tempestivamente per far fronte alle difficoltà del Porto di Gioia Tauro che a causa della mancata definizione di un progetto unitario non è in grado, allo stato attuale, di sfruttare le enormi potenzialità al fine di mantenere ed accrescere  una posizione dominante acquisita negli anni scorsi  nell’area mediterranea.
Vi è senza dubbio una responsabilità diretta delle istituzioni che non hanno, sino ad oggi, attuato le misure indispensabili per fronteggiare una crisi annunciata.

 Ciò ha determinato una condizione di stasi con effetti devastanti, proprio mentre la partita con le  altre realtà portuali dei paesi rivieraschi del Mediterraneo si giocava soprattutto sulla tempistica.

E proprio dalla tempistica bisogna ripartire proponendo una fase di concertazione con il Governo centrale per la definizione di una strategia operativa che consenta un immediato rilancio del Porto di Gioia Tauro e del suo hinterland.

 L’intraprendenza dei Paesi nordafricani e della vicina Spagna, che intensificano costantemente le politiche di sviluppo dei loro porti utilizzati per  il transhipment ed ora destinano investimenti massicci al mercato del gas ed alla costruzione di rigassificatori, mette a dura prova la capacità di tenuta del porto di Gioia Tauro. Infatti l’aver individuato nell’utilizzo degli spazi doganali liberi e nelle tante agevolazioni che da essa provengono il modo per favorire l’insediamento di numerose attività di servizi, commerciali ed industriali, stanno di fatto scalzando un ruolo destinato al porto di Gioia Tauro. in Calabria, pur riconoscendo l’importanza strategica di una zona franca, non si è fatto nulla per istituire ciò che in altre realtà territoriali è da tempo operativo, costituendo le fondamenta per il sorgere di attività produttive e di trasformazione dei prodotti destinati all’estero.

Il futuro della costituenda Area metropolitana e dell’intera Regione dipendono in gran parte dalla realizzazione concreta di processi di sviluppo dell’area portuale di Gioia Tauro e del suo hinterland.

 Nel corso di questa legislatura vi sarà la svolta. Vi è in tal senso una forte determinazione dell’esecutivo regionale che ha già preannunciato un interesse primario per l’Area di Gioia Tauro.

La Regione in qualità di Ente programmatore,  concentrerà ogni sforzo istituzionale su Gioia Tauro, affinché fasi progettuali e risorse economiche possano consentire di imprimere ai percorsi burocratici le indifferibili “accelerazioni” per fornire soluzioni adeguate ai punti nodali dell’area portuale, nella consapevolezza della duplice valenza sociale economica e politica di tale scelta, correlativamente al riconoscimento dell’importanza di tale risorsa territoriale della Calabria e dell’esigenza di dover fronteggiare immediatamente una concorrenza internazionale che può stroncare le potenzialità del porto e determinarne una crisi irreversibile.

Ciò in considerazione del fatto che con l’adozione dei decreti attuativi che renderanno operativa la area metropolitana reggina si apriranno scenari nuovi ed automatismi tali da consentire l’instaurazione di un rapporto di mutua implicazione con le realtà territoriali, prima fra tutte Gioia Tauro e il suo hinterland, rapporto che costituirà la vera forza propulsiva in grado di garantire la svolta necessaria ad una realtà territoriale che rischia altrimenti di implodere, soggiogata dall’efficienza ed estensione operativa dei porti di transhipment dei Paesi rivieraschi del Mediterraneo.


 




gost


 
ilcomune
gost gost gost
bullet NEWS
bullet EVENTI
bullet NUMERI UTILI
bullet VIDEO
bullet LINKS UTILI
bullet Mappa del Sito  
bullet Libro degli Ospiti  
bullet Scrivici un messaggio  
bullet VOTA QUESTO SITO  
bullet Webcam P. S. Stefano  
 
SONDAGGI

bullet Sei d'accordo sull'abolizione delle provincie ?

gost gost gost
gost
guestbook
gost
forum
gost
Meteo
gost
Gemellaggio Cobram
gost
Regione Calabria
Servizio Civile
gost
Provincia Reggio Calabria
gost